10 settembre 2012

Jakob il bugiardo [Torrent]

Durante la seconda guerra mondiale, in un piccolo ghetto ebraico della Polonia occupata, Jakob Heim, proprietario di un caffè chiuso da tempo, ascolta per caso un bollettino radio proibito che annuncia alcuni successi dell'esercito sovietico sui nazisti. Il giorno dopo comunica queste notizie a due amici ormai in preda allo sconforto. Le voci si allargano anche agli altri e ben presto circola la notizia che Jacob possieda un radio, crimine grave punibile anche con la morte. Tuttavia la voglia di speranza prevale sulla paura, e ogni mattina gli abitanti del ghetto chiedono di conoscere le novità. Jakob, incapace di deluderli, fa trapelare finti bollettini di guerra, inventa avvenimenti e situazioni incoraggianti. Anche i tedeschi infine vengono a sapere dell'esistenza di questa radio. Non trovando però niente, il generale fa radunare tutti in piazza e minaccia di uccidere dieci persone, se il possessore della radio non si costituisce. Jakob avanza, sale sul palco, confessa che la radio non è mai esistita. Gli intimano di dire la verità. Lui non lo fa, e viene ucciso.

Il Link QUI o QUI


Titolo Originale: JAKOB THE LIAR
Anno: 1999
Nazione: USA
Durata: 114 Min
Regista: Peter Kassovitz
Sceneggiatura: Peter Kassovitz, Didier Decoin
Cast: Robin Williams, Hannah Taylor-Gordon, Eva Igo, Istvan Balint, Justus Von Dohnanyi, Bob Balaban, Alan Arkin, Michael Jeter, Mathieu Kassovitz, Armin Mueller-Stahl, Liev Schreiber, Nina Siemaszko
Fotografia: Elemér Ragályi
Montaggio: Claire Simpson
Musiche: Ed Shearmur
Produzione: MARSHA GARCES, STEVEN HAFT PER LA BLUE WOLF PRODUCTION/KASSO INC. PRODUCTION
Distribuzione: COLUMBIA TRISTAR FILMS ITALIA (1999)
Soggetto: TRATTO DAL ROMANZO OMONIMO DI JUREK BECKER (EDIZIONI FELTRINELLI)
Curiosità: NEL 1975 NELLA D.D.R. DAL LIBRO DI JUREK BECKER ERA GIA' STATO REALIZZATO UN FILM DAL TITOLO " JAKOB DER LUGNER" CHE FU PREMIATO AL FESTIVAL DI BERLINO.- EFFETTI VISIVI: SONY PICTURES IMAGEWORKS INC.- ART DIRECTORS:BRANIMIR BABIC, TIBOR LAZAR, GRZEGORZ PLATKOWSKI- ARREDATORE: IAN WHITTAKER- METRI: 3240

3 commenti:

Manuela ha detto...

Grazie WaG.

SemprePat ha detto...

mi permetto di copiare il gesto di Marina facendo un copia incolla del commento messo in chat

Anon0392: commentino nano@ jakob il bugiardo:Olocausto,
antisemitismo razzismo, ecc. Non era facile il remake di questo film ( consiglio di leggere il libro e vedere il film originale) specialmente nello stesso anno della "vita è bella e del train de vie". Una storia vera ,con aspetti comici e tragici ma senza essere offensivi nel narrare quel periodo orribile di annientamento fisico.Come gli altri due,un film bellissimo pieno di rabbia,lacrime e tenerezza con qualche risata amara, Robin Williams nel suo max di bravura. Noi abbiamo bisogno delle menzogne per vincere questa “verità” cioè per vivere (Nietzsche ) . io cinefilo senza account

Stefano Masia ha detto...

si ma più che la trama è un riassunto.. con anche il finale